Archivi tag: religione

Bangkok – la metropoli dalle mille sfumature

Valutazione complessiva livello di magia : 

lampada-magica-3     3/5

 

BREVE STORIA

Bangkok divenne capitale della Thailandia, soltanto nel 1782, fondata dal re Rama, capostipite dell’attuale dinastia reale, che la scelse per la sua posizione strategica sul fiume Chao Phraya e la vicinanza al mare.

Fino ad allora, era un piccolo villaggio di pescatori chiamato Bang Makok, dove risiedeva anche una comunità di commercianti cinesi che serviva la città di Ayutthaya, antica capitale del Siam (l’attuale Thailandia, appunto).

In poco più di 200 anni, Bangkok è diventata una megalopoli, con oltre 15 milioni di abitanti, centro culturale, amministrativo, commerciale e turistico del paese, dove le tradizioni più antiche incontrano armoniosamente quelle più moderne.

Muoversi a Bangkok

TUK TUK

E’ un veicolo motorizzato a 3 ruote, aperto lateralmente, dotato posteriormente di una panca a 3 posti per i passeggeri.

  • PRO: economico (è consigliabile comunque trattare il prezzo con l’autista); spostamenti veloci.

  • CONTRO: esposizione all’inquinamento causato dal traffico caotico; gli autisti tendono ad allungare il giro, facendo frequenti fermate concordate con alcuni negozianti locali, di conseguenza è utile chiarire subito di non desiderare fermate intermedie; pericoloso in caso di incidenti.

TAXI

  • PRO: economico; si può fermare un taxi libero (con luce rossa accesa) con un solo gesto della mano; numerosissimi taxi in circolazione.

  • CONTRO: spostamenti lenti nelle ore di punta (lavorative, scolastiche); diffidare dei taxi non dotati di tassametro (meter).

Esistono anche i moto taxi, numerosi, economici ma piuttosto pericolosi poiché si muovono velocemente nel traffico disordinato.

BTS SKYTRAIN

E’ una ferrovia sopraelevata che comprende 2 linee che si incontrano alla stazione Siam (il centro di Bangkok).

  • PRO: spostamenti veloci; è collegata ai mezzi che conducono all’aeroporto internazionale (Suvarnabhumi) e alla stazione Payathai; è separata dalla metropolitana ma vi sono dei punti di collegamento; le stazioni sono in corrispondenza dei luoghi più importanti della città; i biglietti possono essere acquistati presso i distributori automatici nelle stazioni.

  • CONTRO: affollata nelle ore di punta (lavorative, scolastiche).

METROPOLITANA (MRT-Subway) – 1 sola linea

  • PRO: spostamenti veloci; i distributori accettano banconote e non emettono biglietti ma gettoni colorati.

  • CONTRO: affollata nelle ore di punta (lavorative, scolastiche).

NAVIGAZIONE SU FIUME E CANALI

  • PRO: spostamenti veloci; passaggi frequenti e anche notturni; linee capillari; scoperta di luoghi normalmente poco visibili da altre prospettive.

  • CONTRO: possibili schizzi di acqua, a volte molto torbida; panche in legno e mancanza di parapetti.

BUS:

  • PRO: economici; frequenti.

  • CONTRO: difficile capire i percorsi; lenti e affollati nelle ore di punta (lavorative, scolastiche).

MANGIARE A BANGKOK

La cucina thailandese è una delle migliori al mondo: una miscela di sapori aromatici e speziati che la rendono unica e inconfondibile.

Bangkok è, quindi, costellata di ristoranti di ogni tipo e categoria, a partire da quelli più semplici ed economici a quelli più sofisticati.

I piatti generalmente sono a base di riso, unito a pesce, frutti di mare, carne, verdure, fritti o immersi in una zuppa, sempre speziata e piccante con accostamenti molto particolari di erbe e frutti.

A Bangkok, così come in ogni altra parte della Thailandia, per strada si possono trovare innumerevoli ‘carrettini’ che propongono ogni genere di cibo, ad ogni ora del giorno e della notte, a prezzi decisamente bassi.

Certamente l’igiene non è sempre assicurata in simili contesti ma alcune bancarelle espongono una certificazione di qualità rilasciata dall’autorità locale e quindi non vale la pena privarsi di una tale esperienza gastronomica.

Una valida alternativa ai ristoranti, più economica, sono i Food Court, presenti nei centri commerciali che si possono trovare presso le fermate dello Skyline e della metropolitana e dove si possono assaporare le specialità thailandesi, oltre a quelle internazionali, se si ha nostalgia dei sapori di casa.

KHAOSAN ROAD

E’ una strada corta ma molto popolare di Bangkok, meta di residenti e di turisti di ogni genere e provenienza perché è facile trovarvi alloggi economici. E’ un punto di incontro anche per studenti e viaggiatori con ‘zaino in spalla’ che si scambiano esperienze e programmano le successive tappe.

La strada è sempre molto vivace, rumorosa, affollata di turisti che guardano le vetrine dei negozi, contrattano nel mercato il prezzo della merce, che si rigenerano con famosissimi massaggi thailandesi o che consumano cibo venduto dalle bancarelle.Anche la vita notturna è molto esuberante in questa strada grazie ai locali notturni, alcuni solo per adulti, discoteche, bar con musica, tutti concentrati in meno di 1 Km.

Da Khaosan Road, inoltre, è facile spostarsi per raggiungere gli altri punti interessanti della città.

MONUMENTO ALLA DEMOCRAZIA (Democracy Monument)

Sorge in centro, quasi al confine tra la parte antica e quella moderna della città. Dedicato alla democrazia per commemorare lo storico passaggio, concesso su costrizione da re Rama VII, dalla monarchia assoluta a quella costituzionale nel 1932, è stato progettato con la collaborazione di uno scultore italiano, Corrado Feroci, naturalizzato thailandese. E’ composto da 4 ali, alte 24 metri, per ricordare il 24 giugno, giorno in cui iniziò la rivoluzione che portò alla democrazia.

MONUMENTO ALLA VITTORIA (Victory Monument)

Sorge in una zona centrale di Bangkok, in un’ampia piazza dal 1941. E’ commemorativo dei caduti thailandesi nel conflitto che ha visto la vittoria del paese contro i colonialisti dell’Indocina francese. Successivamente, sono stati aggiunti sul basamento i nomi dei caduti thailandesi della seconda guerra mondiale e di quella coreana. Anche questo monumento fu disegnato dallo scultore Corrado Feroci, naturalizzato thailandese.

TEMPIO DEL BUDDHA DI SMERALDO (WAT PHRA KAEW) E IL GRANDE PALAZZO REALE

Il tempio fa parte del Grande Palazzo Reale e fu voluto dal re Rama I nel 1785, per custodire un piccolo Buddha su un trono dorato.

 La provenienza di questa scultura antica e venerata non è certa: chi la vuole originaria dell’India addirittura nel 43 a.C., chi ad alcuni artisti del XV secolo. In ogni caso, questa icona religiosa, passò di mano in mano e da posti remoti fino a trovare la sua collocazione definitiva nel tempio di Bangkok, luogo di pellegrinaggio per gli abitanti di tutta la Thailandia.

Contrariamente al nome che gli è stato attribuito, il Buddha non è ornato di smeraldi ma è stato realizzato in pietra di colore verde, la giada. Le vesti dorate vengono cambiate 3 volte all’anno (al cambiare delle stagioni) personalmente dal re o da suoi stretti collaboratori.

Il Grande Palazzo Reale che lo custodisce, è un insieme di edifici, quasi una città nella città, affacciato sul fiume Chao Phraya, nonché la residenza del sovrano thailandese dal 1785. E’ l’espressione massima dell’architettura thailandese che comprende templi, palazzi e cappelle.

RELIGIONE

Circa il 90% della popolazione segue il Buddismo della scuola Theravada, religione che si fonda sui principi di pace e di tolleranza.Di conseguenza convivono pacificamente anche altre minoranze religiose quali Musulmani, Induisti, Sikhs Ebrei e Cristiani.

Bangkok Bangkok Bangkok Bangkok

Vuoi essere pagato mentre viaggi per il mondo come faccio io ?

Clicca sul pulsante verde qui sotto   🙂